Obiettivi

Obiettivi

  • Fornire un'analisi approfondita e dettagliata per una comprensione delle cause del timore della criminalità urbana, indagando e correlando entrambe le dimensioni degli aspetti: quelli oggettivi, legati all'ambiente reale e alla criminalità e gli aspetti soggettivi, legati a fattori sociali e psicologici che influenzano la prospettiva dei cittadini.
  • Promuovere e facilitare l'impegno dei cittadini per affrontare meglio le sfide di sicurezza, incoraggiando e consentendo l'interazione bidirezionale con le autorità competenti, sia tra gli utenti stessi, sia in reti affidabili e comunità più ampie.
  • Fornire una piattaforma e una tecnologia per la raccolta, l'integrazione, la gestione e la visualizzazione di informazioni contestualizzate, legate alla criminalità, sia storiche che in tempo reale, e utilizzarle per una migliore e tempestiva prevenzione o risposta a minacce di sicurezza.
  • Progettare e sviluppare un ecosistema di servizi mobili che trasformerà gli smartphone e i tablets dei cittadini in strumenti di primaria importanza per la condivisione di informazioni critiche per la sicurezza con le autorità competenti e tra di loro.
  • Progettare e costruire nuovi dispositivi facili da usare per consentire la rilevazione di casi specifici di criminalità, come identificare e individuare oggetti rubati, utilizzando i cittadini come fonte di informazioni.
  • Convalidare e valutare le soluzioni e le tecnologie sviluppate in scenari e impostazioni realistiche, attraverso ampie prove pilota che verranno organizzate e attuate in diverse città selezionate.
  • Produrre modelli aziendali flessibili e sostenibili, migliori pratiche e piani di replica per ulteriori implementazioni e sfruttamento dei risultati conseguiti da City.Risks in altri ambienti urbani, sviluppando al meglio le risorse del progetto e aprendo nuove opportunità di mercato per le tecnologie di sicurezza urbana.

Approccio tecnico

Il concetto principale di City.Risks è quello di mettere al centro la condivisione delle informazioni per affrontare le sfide della sicurezza in grandi ambienti urbani:

  • COSA – i cittadini sono al centro dell'approccio, attivamente impegnati sia come destinatari che come fonti delle informazioni, in un canale di comunicazione bidirezionale tra i cittadini e le autorità o tra i cittadini stessi all’interno di reti consolidate o in comunità più ampie.
  • CHI – i cittadini sono al centro dell'approccio, attivamente impegnati sia come destinatari che come fonti delle informazioni, in un canale di comunicazione bidirezionale tra i cittadini e le autorità o tra i cittadini stessi all’interno di reti consolidate o in comunità più ampie.
  • QUANDO – l'obiettivo finale è quello di garantire una tempestiva condivisione di informazioni appropriate, sia per prevenire le minacce alla sicurezza che per mitigare il loro impatto quando si verificano realmente.
  • COME – utilizzando principalmente gli smartphone dei cittadini e i dispositivi mobili per visualizzarne correttamente le informazioni necessarie e per alimentare la piattaforma con ulteriori notizie.

I PARTNER DEL CONSORZIO